Joanne Milne, sorda dalla nascita, sente per la prima volta e l’emozione la travolge

Affetta dalla sindrome di Usher, Joanne Milne, una donna inglese di 40 anni, si è sottoposta all’impianto di un orecchio artificiale elettronico in grado di ripristinare la percezione uditiva. La sua terapeuta riprende il momento in cui la donna sente per la prima volta.


“Lunedì, martedì, mercoledì…”. Sette parole semplici che normalmente diamo per scontate. Ma per Joanne Milne sentire il proprio medico recitare i giorni della settimana è stato come nascere per la seconda volta. Per 40 anni il mondo per lei era rimasto in silenzio. Nata con la sindrome di Usher, Joanne è sorda fin dalla nascita. Il mese scorso si è sottoposta a un’operazione delicata dove le è stato installato un “impianto cocleare”, un orecchio artificiale elettronico in grado di ripristinare la percezione uditiva nelle persone con sordità profonda.

“L’emozione più travolgente della mia vita” In questo video – filmato dalla terapeuta e pubblicato dal Daily Mail – si vede l’attimo esatto in cui Joanne ascolta per la prima volta un suono: è la voce della sua terapueta e la donna non riece a trattenere le lacrime. Sopraffatta dall’emozione, tra le lacrime spiega al suo medico cosa sente ma poi si lascia andare ed esclama “è tutto così incredibile…è l’emozione più travolgente della mia vita”.

Fonte: rainews

1/04/14 11:44 AM , da admin